Riqualificazione di un complesso industriale e riconversione a residenze private e social housing – via Prenestina
2010 Roma
Progetto partecipante al Piano-Casa di Roma Capitale, invito pubblico per la realizzazione di alloggi sociali (social housing), mediante cambi di destinazione d’uso di fabbricati non residenziali.
L’intervento riguarda la trasformazione di un complesso immobiliare, composto da diversi corpi di fabbrica e si configura di fatto come un intervento di Ristrutturazione urbanistica (RU), un Progetto Unitario con schema di assetto planimetrico per la trasformazione del tessuto esistente attraverso un insieme coordinato di interventi di ristrutturazione edilizia, demolizione e ricostruzione con cambio di destinazione d’uso. La proposta prevede il cambio di destinazione d’uso da Produttivo a Residenziale privato ed Housing Sociale ed in parte a Servizi (piccole strutture di vendita, esercizi pubblici, servizi alle persone). Lo schema di assetto è impostato come un piccolo borgo, un succedersi di eventi con passaggi pedonali interni a collegare e mettere in relazione fra loro i vari corpi residenziali. Il progetto prevede la ristrutturazione di alcuni edifici e la realizzazione di un nuovo corpo di fabbrica, con impianto architettonico a corte centrale su 5 livelli f. t. e 2 livelli interrati destinati a parcheggio pertinenziale. All’interno della corte si prevede la realizzazione di un parco verde ad uso pubblico con alberature e arredi e un’area centrale attrezzata per il gioco bimbi. La scelta d’impianto dell’edificio deriva dalla ricerca di uno schema in grado di distribuire in modo omogeneo sull’area tutta la SUL prevista ed allo stesso tempo evitare concentrazioni in altezza, permettere accessi indipendenti alle singole unità immobiliari, garantendo un alto livello di privacy ed un sistema naturale di ventilazione. La risultante è un edifico complesso, combinazioni di tre tipologie edilizie differenti: casa a schiera – accessi indipendenti ed unità autonome su più piani, garantiscono un alto livello di privacy; casa a patio – sviluppo dell’edificato sul terreno piuttosto che in altezza, realizzazione di corpi di fabbrica profondi, illuminazione naturale garantita dai giardini interni su cui affacciano le finestre delle singole unità, eliminando allo stesso tempo la necessità di prospetti finestrati esterni, riducendo così i distacchi dagli edifici antistanti. casa a corte – la distribuzione con ballatoi riesce a servire molti alloggi, riducendo il numero dei corpi scala/ascensore necessari, permette inoltre una modularità e scalabilità spinta, variando il taglio degli appartamenti sullo stesso piano oppure su duplex.
con Immo Consulting spa

Dati
Importo Stimato = € 14.000.000,00
11.472 mq SUL esistente
15.900 mq SUL di progetto
mix funzionale:
4.300 mq Social Housing
10.100 mq Residenze libere
1.500 mq Servizi